I promotori

AMAT e ATGTP hanno creato questo sito, condividendo la stessa finalità di mettere in rete i soggetti che promuovono e attuano percorsi di Teatro Sociale.

ATGTP

L’associazione Teatro Giovani Teatro Pirata nasce nel 2014 dalla fusione tra ATG (associazione per la promozione e la documentazione del teatro della scuola e Teatro Educazione) e Teatro Pirata (storica compagnia di Teatro Ragazzi italiano). Entrambe vantano iniziative di rilevanza nazionale tra le più longeve del paese come la Rassegna Nazionale del Teatro della Scuola (3000 presenze di studenti ogni anno da 33 anni) e la Stagione di Teatro Ragazzi di Jesi (più di 12.000 spettatori paganti ogni anno in una stagione che dura dal 1985). Il Teatro Sociale è stato da sempre un punto importantissimo di entrambe le strutture. Nel 2013 il Teatro Pirata arriva a vincere l’Eolo Award come miglior progetto educativo del teatro ragazzi italiano con Voglio la luna!, uno spettacolo di teatro professionale agito interamente da un attore con sindrome down, progetto nato proprio durante un laboratorio di Teatro Sociale.

ATGTP è riconosciuta dal Mibac come compagnia di teatro di rilevanza nazionale e dal Miur come ente accreditato per la formazione. Principale finalità di ATGTP è la produzione e la formazione teatrale, promuovendone il valore educativo e terapeutico nelle scuole e nel sociale.

AMAT

L’AMAT Associazione Marchigiana per le Attività Teatrali è l’organismo che dal 1976 associa Comuni, Province, Regione, Comunità Montane e altri enti locali della regione per promuovere sviluppo e diffusione delle attività teatrali, di danza e musicali quali “beni culturali di rilevante interesse sociale” (Statuto, art 1).

Insieme e per conto degli 80 enti che le sono attualmente associati, nello scorso anno 2014 l’Ente ha svolto attività in 98 teatri e spazi adibiti alla rappresentazione di 56 città marchigiane.

L’AMAT è riconosciuta e finanziata dalla Regione Marche (LR 11/2009 “Spettacolo dal vivo”) come organismo di distribuzione dello spettacolo di qualità e attività di promozione e di formazione del pubblico negli ambiti della prosa e della danza e dallo Stato (DM 1/07/2014 “Criteri riparto FUS” art. 40) come Circuito regionale multidisciplinare, con l’inclusione delle attività musicali a quelle di teatro e danza, in cui l’ente è tradizionalmente attivo.